“Presentazione di due project work per rilanciare il turismo territoriale a Schio”

“Presentazione di due project work per rilanciare il turismo territoriale a Schio”
Presentazione di due project work per rilanciare il turismo territoriale presso ENAC – Ente Nazionale Canossiano.
ENAC, al termine di un percorso di Garanzia Giovani sul marketing turistico ha presentato gli elaborati prodotti dagli allievi con due proposte per rilanciare il turismo locale alla presenza del sindaco Valter Orsi e dell’assessore al turismo Anna Donà del Comune di Schio

 

11/12/2015 Otto giovani tra i 19 e  i 29 anni di età al termine del percorso di Garanzia Giovani  “tecnico marketing turistico e promozione territoriale” che ENAC di Schio ha realizzato in collaborazione con Penta Formazione, hanno realizzato due project work sulla promozione turistica locale. La serata dell’11/12/2015 che si è tenuta presso l’aula magna della sede di ENAC di via Fusinato 51- Schio è stata l’occasione per poter presentare i due elaborati al sindaco Valter Orsi e all’assessore Donà del Comune di Schio e ai partner che hanno contribuito alla realizzazione del percorso formativo.

Il primo progetto “la pedemontana delle realtà sommerse” , ha lo scopo di proporre come destinazione turistica il territorio della Pedemontana Vicentina, spaziando da Valdagno fino al Bassanese, strutturando un’ offerta di esperienze non convenzionali, che portino alla scoperta dell’anima del territorio. Quest’area ha una vocazione prettamente industriale, ma allo stesso tempo è ricca di storia e natura. Il posizionamento di questo territorio avviene pertanto attraverso un club di prodotti suddivisi in tre filoni tematici – arte, gastronomia e sport – atti a far emergere tutti gli aspetti identitari di questa realtà che pur essendo tangibili, tendono a rimanere “sommersi”, ovvero  sconosciuti ai più. L’altro progetto intitolato “ L’eredità della terra bianca” mira a valorizzare l’area geografica di Schio, in particolar modo del Tretto, di Bassano del Grappa e di Nove. Coniugando la vocazione proto-industriale con l’aspetto naturale del territorio, si mira a valorizzare l’area in questione come meta di turismo culturale e naturalistico, ripercorrendo la via della tradizionale lavorazione del Caolino.

La presentazione ha avuto molto successo, il sindaco si è complimentato con i giovani e con la docente, Michela Menegus, che ha accompagnato i ragazzi nella realizzazione di tali lavori, ha annunciato che sicuramente ci sono le basi per poter pensare ad una collaborazione futura per la realizzazione degli stessi.

Il tutto si è concluso con un brindisi per le future collaborazioni che da qui potranno sorgere nei prossimi mesi.

Materiali e le slide dei due progetti sono disponibili presso la sede ENAC di Schio per chi volesse saperne di più.

ENAC offre una pluralità di servizi e strumenti per accompagnare le persone nelle transizioni sempre più varie e numerose che sono chiamate a vivere, nell’istruzione, nella formazione e nella ricerca di un lavoro, e le pone al centro della sua attenzione, da un lato cercando di portarle a sviluppare una progettualità che ne metta a frutto le potenzialità e dall’altro offrendo percorsi che in questa si inseriscano, per strutturare nuove competenze.

Serena Sgrosso

Responsabile della sede ENAC -  Ente Nazionale Canossiano  di Schio